Torre di Paestum



È una delle tanti fortificazioni militari costruite nel territorio costiero campano, tra il XVI e il XVII secolo, a causa delle numerose invasioni barbariche che attentavano alla sicurezza delle popolazioni locali. Oltre alla Torre di Paestum, nella seconda metà del XVI sec. si contavano quasi 60 torri di avvistamento lungo le coste del territorio cilentano. Fu il Viceré del Regno di Napoli a ordinare queste costruzioni, in modo da ottenere una maggiore protezione per i territori a sud della capitale.

La Torre presenta una base circolare e ha un’altezza di 10 metri. L’interno della costruzione è diviso in due ambienti sovrapposti raggiungibili attraverso una scala esterna. Durante la Seconda Guerra mondiale,  al momento dello sbarco delle truppe alleate lungo la costa di Paestum, proprio in località Torre di mare, i tedeschi avevano posizionato sulla sommità della costruzione diverse postazioni per le mitragliatrici, ma fortunatamente la torre antica non fu distrutta dai militari.