HERAION

“Heraion” è la prima mostra d’arte ospitata da Spazio Paestum: una selezione dal lavoro dell’artista sul tema dell’Heraion, con opere su cartone 70x100 cm con tecnica mista.

11 marzo > 13 maggio 2018

SERGIO VECCHIO 

Dopo aver frequentato il Liceo Artistico di Salerno, studia pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Dal 1967 inizia un’intensa attività espositiva in Italia e all’estero. È presente alla X Quadriennale di Roma nel 1975; nel 1984 è segnalato da Pierre Restany e viene inserito nel “Catalogo Generale della Grafica Italiana Mondadori” e ne parla Lisa Licitra Ponti su “Domus”. Alla fine degli anni Novanta la Sicilia diviene il suo luogo privilegiato ed espone in numerose personali e collettive; al contempo, è impegnato in varie esposizioni a Milano (Teatro Officina, Arte Incontri, San Fedele) e a Roma (Il Labirinto, Studio Ungheri, La Piazzetta, Lavatoio Contumaciale) con testi e presentazioni di Filiberto Menna, Enrico Crispolti e Francesco Vincitorio. Inoltre allestisce, in quegli anni, numerose esposizioni negli Stati Uniti, tra cui le personali alla Rogers Gallery di Washington (1999, 2001), al Center for the creative arts in Virginia (2003), alla Monica Art di Atlanta e a Baltimora (2006). Nel 2014 espone al museo di Naflio (Grecia), al Museo Comunale di Crema e in altre città italiane.

Nel 2011 è invitato al Padiglione Italia della 54° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia e inoltre realizza, su commissione del Comune di Salerno, la pavimentazione ceramica dell’Antica chiesa dell’Annunziata della città. 

Nel 2016 e nel 2017 nell’ambito delle Luci d’Artista di Salerno, progetta due installazioni.

Della sua attività si è occupata la Rai e hanno scritto di lui i maggiori critici del settore in saggi e in riviste di Storia dell’Arte Contemporanea.

È autore di vari libri di scrittura visiva e di memorialistica e collabora come disegnatore a varie pubblicazioni del settore.