Capaccio Capoluogo



Incastonato nel centro del Cilento, il quartiere collinare di Capaccio rappresenta un vero
e proprio rifugio per l’anima. Adagiato in una stretta valle, l’antico borgo medioevale si affaccia sul mare, dinanzi all’isola di Capri e al Golfo di Salerno.

Fondata durante il XIII sec. la piccola città di Capaccio è stata per diversi secoli al centro
delle vicende della storia del Meridione d’Italia: dalle lotte contro il potere degli Svevi ai moti rivoluzionari dell’800, nonché sede di Contea e di Diocesi. Ancora oggi, grazie a un perfetto stato di conservazione, è possibile ammirare uno straordinario patrimonio artistico composto
da antiche chiese, diverse case signorili e la torre campanaria, vicoli e fontane in pietra,
e colorati giardini custoditi all’interno dei palazzi del centro storico. 

Situato a 400 metri sul livello del mare, l’antico borgo medioevale di Capaccio è in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di turista. Il verde e la quiete delle valli è l’ideale per chi ha bisogno di rilassarsi, a pochi chilometri dalle spiagge assolate del Cilento, così come le pareti rocciose dei monti intorno permettono agli amanti delle esplorazioni di poter accontentare la loro voglia di quiete e di sport a contatto con la natura.

Durante i mesi estivi la zona collinare diventa luogo d’incontro per i giovani ma anche per le famiglie, che possono ritrovarsi ai tavoli dei numerosi bar e locali che affollano la piazza dei giardini pubblici: una sorta di ponte sospeso su di un panorama mozzafiato, dove brillano le luci della Costiera Amalfitana.